Tendenze turisticheCome ordinare il caffè in giro per il mondo

Dalla sua umile scoperta da parte di un pastore di capre a Kaffa, in Etiopia, fino alla sua diffusione in Yemen, dove ha avuto per la prima volta la dignità di vera e propria bevanda, il caffè è senza dubbio il social drink più celebrato del pianeta. Sia che si tratti di una semplice tazza di caffè nero, una specialità esotica infusa o una ricetta speziata, i bevitori di caffè di tutto il mondo hanno il loro modo preferito di sorbire questa antica bevanda con caffeina. Quindi, se vuoi comportarti per qualche giorno come un vero local durante il tuo prossimo viaggio all’estero, ecco alcuni ottimi consigli su come ordinare il tuo caffè in giro per il mondo.

Ethiopia – Bunna

Se sei seduto in un bar di Bole Road ad Addis Abeba, potesti essere invitato a partecipare a un rituale secolare, la cerimonia del caffè etiopico, praticata in quasi tutti i villaggi. Bunna è una parola amarica che sta per caffè e il rituale per onorare questa celebre bevanda assume un misticismo quasi religioso. Si tratta di arrostire i chicchi di caffè e preparare il caffè bollito in un recipiente chiamato jebena e condividerlo con un gruppo di amici. Il tuo ospite si sentirà onorato di prepararti una tazza di caffè tradizionale etiope. Speriamo che tu abbia un debole per i dolci perché sono incluse abbondanti quantità di zucchero.

Francia – Café au lait

I bistrot francesi servono alcuni dei migliori caffè del mondo. Per scoprire tutti i segreti del caffè alla francese, meglio sapere cosa ordinare mentre si è in fila in un caffè alla moda di Parigi. La loro bevanda preferita è conosciuta come café au lait: parti uguali di latte cotto a vapore e caffè caldo forte, potrebbe somigliare al nostro caffè macchiato ma quello francese è più lungo. Come noi italiani, anche i francesi collegano le loro scelte di caffè all’ora del giorno. Prendono un café au lait a colazione, ma non dopo il pranzo o la cena. Dopo i pasti, i francesi prendono un caffè normale: tazza piccola di caffè nero forte senza aggiunte. Dove dovresti bere il caffè mentre si è in Francia? Se sei di fretta, ordina il tuo café au lait al bar come la gente del posto. Se vuoi trascorrere un piacevole soggiorno in un bar, siediti e preparati a pagare il conto. I prezzi sono molto più alti per il servizio al tavolo, ma potrebbe valerne la pena se si vuole prendere parte alla vita di strada francese.

Messico – Cafe de Olla

 

Café de Olla (letteralmente significa0 “tazza di caffè”) è la tradizionale bevanda al caffè del Messico. Il sapore particolare di questo caffè proviene dalla produzione di caffè de olla in un tradizionale vaso di terracotta. In Messico, questa bevanda speciale è fatta con caffè macinato, cannella e piloncillo (zucchero di canna non raffinato). A volte, si aggiungono chiodi di garofano e buccia d’arancia, in base al posto. Si trova sul menu di molti bar di Città del Messico, ma la gente del posto di solito beve questo tipo di caffè nei climi freddi e nelle zone rurali.

 

Cuba – Caf Cubano

Se hai la possibilità di visitare l’Avana, assicurati di ordinare il caffè Cubano dopo cena. Non metterti troppo a tuo agio pensando di poter sorseggiare il tuo caffè, perché i cubani lo bevono come se fosse tequila. Questa versione locale è estremamente forte e non è pensata per essere sorseggiata. Quindi, dopo aver gustato il tuo piatto di ropa vieja e acceso il tuo sigaro cubano Bolivar, goditi un paio di shot di caf cubano, servito in una tacita (tazzina).

Vietnam – Ca Phe Da

Si tratta di una bevanda davvero rinfrescante composta da una tazzina di caffè, 3 di acqua bollente, ghiaccio e due cucchiai di latte condensato. Se vuoi osare ti consigliamo di assaggiare il Ca Phe Trung, un caffè speciale dove i chicchi di caffè vietnamita filtrati si amalgamano perfettamente con una crema a base di tuorlo e latte condensato.

Finlandia – Kaffeost

Ecco un modo inusuale di bere il caffè. Si prende con dei tocchetti di formaggio della Lapponia cotto a fiamma, il leipäjuusto, poggiati sul fondo della tazza (tradizionalmente servito nei kainuu) sui quali viene versato caldo. Una volta sorseggiata la bevanda, non resta che apprezzare il gusto delicato e aromatizzato del formaggio dissolto. Curiosità: sembra che i finlandesi siano i maggiori consumatori di caffè al mondo con 10-12 kg l’anno pro-capite.

Turchia – Kahvesi

C’è un proverbio turco che dice che il caffè dovrebbe essere “nero come l’inferno, forte come la morte e dolce come l’amore”. Il caffè turco è macinato finemente (quasi come la polvere di cacao) e viene preparato in piccoli vasi chiamati cezves. L’aroma toglie il fiato perché il caffè turco è solitamente speziato con cardamomo, cicoria o coriandolo. Non chiedere latte o verrai subito identificato come turista! Va bene chiedere un po’ di zucchero in più, ma potresti non averne bisogno: il caffè viene servito già zuccherato. Vuoi sapere come andrà a finire il resto della tua vacanza? Chiedi al tuo barista di leggere i fondi di caffè e predire il tuo destino.

Condividi questo articolo
Il mondo è come un libro e chi non viaggia ne legge solo una pagina
Una passeggiata ad Agropoli

Una passeggiata nel centro storico di Agropoli

Cartolina da Matera

Una cartolina da MaterA